CUCINA ITALIANA SENZA FRONTIERE con i suoi divulgatori eno-gastronomici alla scoperta di nuove realtà culinarie.

SIAL Parigi 2018 l’incontro mondiale dell’innovazione alimentare, ha chiuso i battenti giovedì 25 ottobre, le idee, le scoperte e le ispirazioni proposte da questa edizione risuoneranno a lungo su Planet Food.

Abbiamo vissuto insieme cinque giorni di follia! 5 giorni di ingredienti frizzanti, ricette e sapori, in un’atmosfera “frenchy” e allo stesso tempo così internazionale! 5 giorni per offrire la più grande vetrina mondiale di Planet Food, attori e inventori del cibo; produttori, distributori, ristoratori e PAI.

Il SIAL prosegue più che mai nella sua politica di sviluppo per consolidare il suo posto di partner privilegiato della filiera agroalimentare mondiale. Il SIAL rappresenta infatti il primo network mondiale di saloni con una copertura geografica ineguagliabile : Europa e mondo (Parigi), Nord America (Montréal e Toronto), Sudamerica (San Paolo), Medio Oriente (Abu Dhabi) e Asia (Shangai). Forte di questa presenza mondiale, il SIAL ha sviluppato oltre ad una conoscenza molto approfondita di tutti gli operatori della filiera anche un ruolo di osservatorio privilegiato e riconosciuto delle tendenze e delle innovazioni provenienti da tutto il mondo.

SIAL Paris riunisce tutti gli operatori chiave produttori, compratori e divulgatori eno-gastronomici attorno alle grandi sfide mondiali e rivela le tendenze e innovazioni che caratterizzeranno l’industria agroalimentare di domani.

Grande successo per le eccellenze eno-gastronomiche calabresi.

La Regione Calabria e i suoi prodotti enogastronomici hanno raccolto un nuovo e importante attestato di stima a livello internazionale nel corso di SIAL, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, tenutosi a Parigi dal 21 al 25 ottobre. La partecipazione delle aziende presenti all’importante appuntamento è stata resa possibile grazie all’attività di supporto all’imprenditoria regionale svolta da parte del Dipartimento Presidenza, Settore Internazionalizzazione.”. Il regime alimentare, noto per le sue proprietà benefiche, associato allo stile di vita rilassato e sano tipico della punta dello stivale, spiega quella longevità tipica della regione che va ben oltre la media nazionale. Per i visitatori francesi e internazionali, è stata quindi l’occasione per capire che la regione Calabria è un posto ideale, dove i benefici di un’alimentazione sana e basata su prodotti genuini, unita ad un lifestyle dai ritmi umani, è il segreto per una lunga vita.

Lo stand ha inoltre ospitato un’area show-cooking gestita dal celebre chef Massimiliano Callipo, rappresentante dell’Associazione Regionale Cuochi Calabria e della Federazione Italiana Cuochi, coadiuvato dallo chef contadino Alfredo Nicolo artefici di momenti culinari che hanno deliziato il palato dei numerosi visitatori internazionali. Tra le ricette che hanno riscosso unanime lodi e apprezzamenti si segnala un brasato di vitello con patate della Sila e un primo piatto di Ferrazzuoli conditi con un sugo di pomodori freschi con soffritto di cipolle di Tropea, pomodori secchi, olive e origano selvatico della Sila. Il culmine del successo, sia di pubblico che di critica, è stato raggiunto il 22 ottobre quando l’area di dimostrazione culinaria ha visto la presenza del noto conduttore televisivo Federico Quaranta, testimonial affezionato della regione e autorevole sostenitore del made in Calabria, giunto appositamente nella capitale francese per omaggiare la regione e le sue specialità agroalimentari. Dopo aver personalmente visitato e conversato con i rappresentanti delle aziende presenti, chiedendo informazioni sui prodotti esposti e sui processi produttivi, il presentatore si è messo ai fornelli insieme allo chef, per proporre piatto dal sapore delicatissimo e rappresentativo delle eccezionali materie prime regionali: risotto con soffritto di cipolle rosse di Tropea e olio EVO, code di gamberi, scorza di bergamotto e trito di pistacchi. Le aziende regionali intervenute alla manifestazione sono state 17 ed hanno esposto i loro prodotti di punta.

Tra gli stand  Antonio Castronovo divulgatore eno-gastronomico e Marcello Zaccagnini ispettore eno-gastronomico di Cucina Italiana Senza Frontiere insieme a Julien Serri chef pizzaiolo.

La storia di Artibel è molto antica, da sempre improntata sull’amore della terra e dei suoi frutti.

La cura e la perizia per l’ambiente portarono, già agli inizi del novecento, Gennaro Arlia maestro nella realizzazione di muri di pietre a secco per i terrazzamenti dei terreni agricoli, sino in Piemonte. Arte e maestria acquisita dal padre Filippo nella conduzione dei terreni coltivati a Belmonte e tramandati negli anni da padre in figlio. Fu Giuseppe a implementare le prime tecniche di potatura che lo videro maestro richiestissimo nel comprensorio già prima degli anni 50 del secolo scorso. 

La produzione ed essicazione di fichi, assieme alla coltivazione del peperoncino calabrese diventa l’attività principale della famiglia Arlia per tutta la seconda metà del novecento. Fu Maria Arlia, specializzatasi in biologia alimentare, ad affiancare alle attività di coltivazione e produzione di semilavorati, l’attività di trasformazione del prodotto finito: nacque così nel 1988 Artibel. 

Nei tanti anni trascorsi non si è mai interrotto il legame della famiglia Arlia con la propria terra. 

Oggi, la cura e la perizia che caratterizzano il lavoro della nostra famiglia, ci permettono di ottenere dei risultati sempre migliori, continuando quel processo di miglioramento che ci consente di utilizzare, in modo naturale ed ecosostenibile, quel meraviglioso patrimonio che la natura ci offre. 

L’azienda  Mara Spezie nasce  nel 1998 dall’idea di due giovani ragazzi di sfruttare quello che la terra calabrese poteva offrire. Dedita alla produzione di peperoncino dolce e piccante è una delle poche aziende agricole italiane, a conduzione familiare, che coltiva peperoncino e lo trasforma, immettendosi nel canale della “filiera corta” e conferendo all’ azienda quella caratteristica che la contraddistingue. Da alcuni di anni ci siamo affacciati al mercato del biologico, producendo sia peperoncino che pomodoro. 

L’azienda è  ricercata sul mercato nazionale ed estero grazie ad un prodotto con un  alto  standard qualitativo.  Il lavoro è svolto con oculatezza, passione e  professionalità, con un  sistema  impiantistico artigianale capace di mantenere le originali proprietà organolettiche e nutritive. Il fine della Mara Spezie è quello promuovere un prodotto artigianale tipico calabrese,  con  considerevoli proprietà benefiche, ad un numero sempre crescente di clienti   soddisfacendo le  loro necessità.

Oryza

Dal 2002, è un’azienda agroindustriale che produce torte di cereali bio senza glutine e vende riso italiano.

Amiamo la terra, promuoviamo il benessere.

Nel cuore della migliore zona di produzione del riso, Vercelli, il team di Oryza, composto da profili tecnici, lavora ogni giorno per raggiungere obiettivi molto chiari: offrire prodotti di alta qualità, promuovere benessere fisico e rispettare la natura.

La collaborazione con partner, agricoltori locali e agronomi, garantisce la qualità delle materie prime utilizzate nella produzione delle torte: locali, genuine, salutari.

Genuini e sani perché provengono da agricoltura biologica e sono selezionati per offrire gustosi prodotti certificati Oryza promuove la natura: ecco perché scegliamo gli ingredienti da agricoltura biologica. Questa scelta garantisce una lavorazione naturale delle

materie prime, senza Interventi artificiali che ne alterino la composizione. Ne consegue, quindi, una maggiore qualità del prodotto finale, fornendo tutte le proprietà nutrizionali per renderlo buono, più genuino e soprattutto più sano.

Tutti i nostri prodotti sono garantiti da certificazioni di qualità che attestano la sua origine e qualità organica.